TASI

La Tasi è il tributo sui servizi indivisibili (TASI) istituito con la Legge 27 dicembre 2013, n. 147 e successive modificazioni ed integrazioni.

 

Presupposto d'imposta
Presupposto della TASI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati di aree edificabili, come definiti ai sensi dell'imposta municipale propria (IMU), ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli.

 

Soggetto Passivo
I possessori di fabbricati rurali ad uso strumentale (categoria catastale D/10).

I possessori di fabbricati destinati alla vendita in qualità di impresa costruttrice (fabbricati merce).

Abitazione Principale - Esente a partire dal 2016
L'abitazione principale è rappresentata da quell'immobile iscritto o iscrivibile nel Catasto ediliziourbano come unica unità immobiliare nel quale il possessore e il suo nucleo famigliare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente.
Per "pertinenze dell'abitazione principale" si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all'unità ad uso abitativo. Alle pertinenze individuate si applica l'aliquota prevista per l'abitazione principale alla quale sono asservite.
Attenzione: per identificare l'abitazione principale occorre la contemporanea presenza dei due requisiti costituiti dalla dimora abituale e dalla residenza anagrafica.

Scadenze

Il tributo è dovuto per anno solare proporzionalmente alla quota ed ai mesi dell'anno nei quali si è protratto il possesso o la detenzione dell'immobile; a tal fine, il mese durante il quale il possesso si è protratto per almeno quindici giorni è computato per intero.
I versamenti sono previsti in due rate di pari importo:
la prima con scadenza 17 giugno 2019,
la seconda con scadenza il 16 dicembre 2019.
È ammessa l'unica soluzione da corrispondere entro il 17 giugno 2019.

 

Modalità di pagamento

I versamenti, sia per la TASI che per l'IMU, devono essere eseguiti mediante modello F24 utilizzando i codici tributo di seguito elencati

Il pagamento deve essere effettuato con arrotondamento all'euro per difetto se la frazione è pari o inferiore a 49 centesimi, ovvero per eccesso se superiore a detto importo. Non devono essere eseguiti versamenti per importi inferiori ad € 12,00.

Tale importo si intende riferito all'imposta complessivamente dovuta per l'anno e non alle singole rate di acconto e di saldo.

Attenzione: nella compilazione del modello F24 deve essere indicato il Codice Ente/Comune della Parma: G337.

CALCOLO IMPORTO

IMU

In questa sezione è possibile accedere al portale che permette di calcolare l'importo da versare tramite F24.

DELIBERE E

REGOLAMENTI

In questa sezione è possibile consultare e scaricare delibere e regolamenti relativi all'IMU.

MODULISTICA E

INFORMAZIONI

In questa sezione è possibile 

consultare e scaricare 

documenti o file relativi all'IMU.

Per informazioni o assistenza contattaci telefonicamente al numero 0521 035911 dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00.

© 2018 Parma Gestione Entrate S.p.A. - P.I. 02388260347 - L.go Torello de Strada n. 15/A - 43121 PARMA - Tutti i diritti riservati.