Sanzioni Amministrative per violazioni del Codice della strada ed emergenza sanitaria COVID-19

Aggiornato il: mag 11

In base al combinato disposto del D.L. 2 marzo 2020 n.9 (art.10 commi 4e 18) e del D.P.C.M. 9 marzo 2020 (art.1.c.1) è stata estesa a tutto il territorio nazionale la sospensione dei termini per la notificazione, per il pagamento in misura ridotta e per le impugnazioni dei verbali di accertamento di violazione del Codice della strada.

Per i Comuni della Lombardia e del Veneto di cui all’allegato 1 del D.L. 2/3/2020, n.9 sospensione termini per notifica, pagamento in misura ridotta e per impugnazione verbali CdS dal 22 febbraio 2020 fino al 31 marzo 2020

Per tutti gli altri Comuni di Italia sospensione termini per notifica, pagamento in misura ridotta e per impugnazione verbali CdS dal 10 marzo 2020 fino al 3 aprile 2020

Si aggiunge la modifica introdotta dall’art. 108 c.2. del D.L. 17 marzo 2020 n.18, che dal 17 marzo al 31 maggio 2020 consente di eseguire il pagamento in misura ridotta del 30% entro 30 giorni dalla contestazione o dalla notifica (anziché entro 5 giorni).

ESEMPI:

Se un verbale CdS è stato notificato nei Comuni di cui all’Allegato 1 D.L. 2/3/20 n.9 in data antecedente al 22 febbraio, nel computo dei 60 giorni per il pagamento in misura ridotta non si deve computare il periodo dal 22 febbraio al 31 marzo 2020.

Quindi se il verbale è stato consegnato in uno dei predetti Comuni il 20/2 la scadenza per il pagamento entro 60 giorni non sarà il 20 aprile 2020, bensì il 29 maggio 2020. E sempre il 29 maggio 2020 scadrà il termine di impugnazione al Prefetto, mentre il 29 aprile scadrà il termine di 30 giorni per opposizione al GdP

Se la notifica è stata eseguita il 22/2, o comunque in data successiva ma entro il 31marzo, i termini cominceranno a decorrere dalla fine del periodo di sospensione perciò dal 1 aprile. Avrà quindi tempo fino al 30 aprile per pagare con la riduzione del 30% o per fare ricorso al Giudice di Pace e fino al 30 maggio 2020 per pagare entro 60 giorni o per proporre ricorso al Prefetto.

Per gli altri Comuni di Italia, se il verbale è stato consegnato nel periodo tra il 10 marzo e il 3 aprile, il termine di 60 giorni per impugnazione davanti al Prefetto o per il pagamento in misura ridotta decorrono a partire dal 4 aprile 2020. Entro il 9 marzo per pagare con riduzione del 30% o ricorrere al Giudice di Pace.

Se la consegna è avvenuta per esempio il 2 marzo, si computano i giorni fino al 9/3 poi si sospendono i termini che ricominciano a decorrere dal 4 aprile, pertanto si avrà tempo fino al 26 maggio 2020 per eseguire il pagamento nella misura ridotta dei 60 giorni.

Se la consegna è stata eseguita nel periodo tra il 17 marzo e il 31 maggio 2020, i soggetti residenti o con sede in tutti i Comuni di Italia potranno estinguere la sanzione pagando in misura ridotta del 30% entro 30 giorni, anziché 5 giorni, partendo dal giorno successivo a quello della notifica. La data di notifica va individuata secondo il sistema sopra indicato.

0 visualizzazioni